Original paper

Monitoring of Lucanus cervus by means of Remains of Predation (Coleoptera: Lucanidae)

[Ermittlung von Hirschkäfer-Vorkommen durch den Nachweis der von ihren Räubern hinterlassenen Überreste (Coleoptera: Lucanidae)]

Campanaro, A; Toni, I; Hadersen, S; Grasso, D A

Entomologia Generalis Volume 33 Number 1-2 (2011), p. 79 - 89

46 references

published: Jun 30, 2011

DOI: 10.1127/entom.gen/33/2011/79

BibTeX file

ArtNo. ESP146003301002, Price: 12.10 €

Download preview PDF Buy as PDF

Abstract

In Italy, Lucanus cervus (Linnaeus 1758) generally lives in oak forests characterized by the presence of old trees. Such habitats are critically rare and fragmented. L cervus is listed in Annex II of the Habitats Directive and according to article 17, needs to be monitored by member states. However, methods for monitoring populations of L cervus have so far only been proposed for single countries and these are mostly not quantitative. In Italy survey data for L cervus are scarce and no national monitoring protocol has been proposed. At Bosco Fontana, a Nature Reserve in Northern Italy, remains of predation of L cervus can easily be found along forest roads and it seems that the main predator is the hooded crow (Corvus cornix cornix). The preliminary study presented here, which is based on the collection of these remains, had the following aims: quantify the number of remains which can be sampled at Bosco Fontana, investigate the temporal pattern of the remains and estimate the phenology of L cervus, analyze the spatial distribution of the remains found and analyze the results with a view to monitoring L cervus by means of collecting remains of predation. The survey was carried out by searching all remains of predation of L cervus, from May to August 2008. In this period the road network of the reserve (23 km in total) was walked on a weekly basis. A total of 306 remains were collected (95% males), which confirmed that these searches of remains were an efficient way of monitoring male L cervus. The remains were distributed non-homogeneously and most were found in a restricted number of roads. The data collected were used to estimate that L cervus was on the wing in the reserve from the first week of May to the first week of August. The implications of the results for monitoring L cervus are discussed.

Abstract

Nonostante ciò, metodi di monitoraggio delle popolazioni sono stati proposti soltanto per singoli paesi e questi raramente permettono di ottenere informazioni quantitative sulle popolazioni di L cervus. In Italia i dati di popolazione su cervo volante sono scarsi e nessun protocollo di monitoraggio a livello nazionale è stato sinora proposto. Nella Riserva Naturale di Bosco Fontana, situata in Italia settentrionale, vengono abitualmente rinvenuti, lungo le strade forestali, resti di predazione di L cervus, presumibilmente da parte di cornacchia grigia (Corvus cornix cornix). Da tale osservazione scaturisce lo studio qui presentato che ha i seguenti obiettivi principali: quantificare il numero di resti che possono essere raccolti a Bosco F ontana, analizzare la distribuzione temporale dei resti per stimare la fenologia di L cervus e analizzare i risultati del campionamento dei resti in un’ottica di monitoraggio della specie. Il campionamento dei resti di predazione è stato effettuato nel 2008, da maggio ad agosto. In questo periodo il sistema di strade forestali della Riserva (23 km in totale) è stato completamente percorso ogni settimana. Un totale di 306 resti è stato rinvenuto, per lo più maschi (95%). Un numero così elevato permette la candidatura di tale metodo quale possibile strumento di monitoraggio della popolazione degli individui di sesso maschile di L cervus a Bosco Fontana. La distribuzione spaziale dei resti è risultata essere non omogenea, poiché la maggior parte di essi è stata rinvenuta in un numero molto ristretto di strade. I dati ottenuti inoltre hanno permesso di stimare il periodo di attività degli adulti di cervo volante nella riserva, dalla prima settimana di maggio alla prima settimana di agosto. Le implicazioni dei risultati saranno discusse alla luce dell’utilizzo di tale metodo come strumento di monitoraggio della popolazione di L cervus.

Keywords

Lucanus cervus (Linnaeus 1758)Habitats Directivehooded crowmonitoringphenologypredation